News: SPAZIO CASA, Machina Lonati, Accademia Santagiulia e Cherubini Group

26/02/2007 - SPAZIO CASA, Machina Lonati, Accademia Santagiulia e Cherubini Group

Light & Design è il titolo dello stand realizzato in co-produzione tra MACHINA Lonati Fashion and Design Institute, Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia e Cherubini Group
Uno spazio emozionale che richiama la cultura del vivere contemporaneo impostato sulle emozioni, sul cocooning, sulle qualità percettive, sulla ricerca di identità e sul bisogno di stare bene con se stessi.

  • Concept: l’illuminazione come elemento decorativo e di arredo in grado di trasmettere sensazioni positive e vivificare lo spirito.
  • Stand: un ambiente terapia per la cura del corpo e della mente attraverso l’energia fatta di luce. Uno spazio armonico e flessibile adatto al vivere contemporaneo.
  • Colore: il bianco, colore del distacco, esprime igiene e pulizia mentale e apre alla riflessione, alla concentrazione e al rilassamento del corpo e dello spirito.
  • Luce: giochi di luce in grado di modificare la percezione dello spazio, producono effetti magici come suggestivo elemento di arredo.
  • Materiali: il tessuto in fibra naturale fa emergere emozioni profonde che il corpo somatizza per liberarsi dai blocchi espressivi e dallo stress.
  • Tecnologia: segno tangibile del tempo, mostra gli archetipi che danno forma ai desideri: la domotica, ovvero l’automazione domestica, al servizio dell’uomo per migliorarne la qualità della vita.

 

ABITARE LE EMOZIONI

"La casa, spazio del privato e dell’intimità, si arreda di emozioni e riscopre il nido familiare, i valori caldi, come il bisogno di protezione, di sicurezza e di armonia. E’ un habitat sempre più vivibile, uno spazio raffinato in cui le emozioni hanno forma sentita, sono attimi di interiorità che sanno coniugare cultura, stile e design in un armonica fusione. Meno cose, ma di maggiore qualità, sembra essere la regola dell’abitare. Un arredo fatto di oggetti e dettagli che possono migliorare la qualità della vita e soddisfare le esigenze di un consumatore che rivendica bisogni, consumi e messaggi in piena sintonia con la sua personalità e rispettosi della sua soggettività. La tendenza socioculturale dell’abitare contemporaneo richiede una visione creativa ed innovativa del progetto con ambienti funzionali dall’alto valore emotivo e culturale, per comunicare e trasmettere emozioni, suggestioni, memorie, sensazioni, stimoli. La voglia di sentirsi a casa e di condividere emozioni richiede la metaprogettazione dell’interiorità dello spazio domestico che stimola un rapporto mentale con il soggetto facendolo sentire protagonista attivo dell’abitare. La moderna tecnologia offre ai materiali infinite declinazioni, così come i colori e le finiture creano ambienti dalle molteplici atmosfere che richiamano alla mente e all’inconscio percezioni intime, occasioni di riflessione, momenti di interiorità e di abbandono. Il design, come cultura del vivere, si traduce in forme prevalentemente espressive, per proporre prodotti e soluzioni intelligenti con maggiori contenuti culturali. Il design si contamina con la vita quotidiana sino a perdere la sua vera natura, per servire un pubblico più ampio che privilegia lo spettacolare, il piacevole, l’immediatamente accessibile, secondo i dettami della postmodernità. Design è ricerca, innovazione, attualità culturale, funzionalità, dinamismo, un mezzo per competere sul mercato globale con prodotti ad alto valore aggiunto, dalle indiscusse capacità performative, relazionali ed emozionali."

Dario Polatti, sociologo
Machina Lonati Fashion and Design Institute


Fonte: Machina Lonati
 
Foto gallery:
Archivio News